Attualità

Dopo Natale tutti chiusi in casa, idem anche Pasqua! e per il “Ferragosto” cosa ci sarà in programma.??

Durante le passate feste natalizie, tutti barricati in casa senza poter andare nella casa di campagna o a sciare sulla abbondantissima neve ( caduta quasi per prenderci in giro .!), tutti ci aspettavamo e ci auguravamo che almeno a Pasqua avremmo potuto godere di un minimo di libertà e tornare a fare, tempo permettendo un merendino fuori porta. Invece la “porta” ce la chiuderemmo noi stessi restando ancora in casa non potendoci recare da nessunissima parte. Una situazione che, pandemia a parte, appare inaccettabile ed assurda.! Ristoranti chiusi ed ormai sul punto di ” cambiare mestiere”, parenti ed amici che non potranno essere rivisti, seconde case che resteranno ancore vuote e tanta tanta tristezza da metabolizzare. Nessuno nega che questo Covid-19 e sue varianti continua a diffondersi e a fare paura  e che, quindi, sia giusto da parte del governo prendere delle giuste precauzioni, ma, sono in molti a credere che tutto abbia un limite anche in questo e che non si debba e non si possa continuare a martorizzare le persone con una serie di restrizioni, che stanno portando tutti alla esasperazione ed alla voglia di non rispettare le regole imposte. La gente è giustamente esasperata e non ne può davvero più.! Per gli operatori turistici ,bar, ristoranti, albergatori, etc.. questa Pasqua e Pasquetta saranno, per loro, un colpo decisivo per il loro lavoro. Si sarebbero dovuti e potuti studiare degli accorgimenti tali da favorire gli spostamenti almeno per coloro che sono già stati vaccinati ed in possesso ,semmai, di tamponi recenti da escludere il diffondersi di ogni possibile infezione. Ed invece questo governo Draghi, che incomincia più che giustamente ad essere criticato, ha scelti lo “stop” per tutto e tutti. Persone che già Natale sono state private del piacere di rivedere e riabbracciare amici e parenti e che, adesso, anche a Pasqua , si trovano nella stessa privazione.! Ma, ci rendiamo conto di quello che stiamo facendo ? I più ottimisti dicono che a “ferragosto”  prossimo questi limiti verranno tolti ,ma, i più  sono convinti (ed io sono fra questi) che non cambierà un accidenti di niente e che ferragosto sarà un’ altro Natale e un’ altra Pasqua. Staremo a vedere fino a che punto le persone sono disposte ad accettare passivamente tutto questo senza intravedere possibilità di miglioramento e di riapertura ad un barlume di vita normale.! La possibile disobbedienza ? Spesso è frutto della esasperazione e di allucinanti ed inutili restrizioni. Una cosa e certa ! Non si sa più a chi ed in che cosa credere ed a che santo votarci.! I più fortunati aprendo l’uovo di Pasqua ( solo i più benestanti oggi se lo possono comprare), troveranno un “buono” per farsi vaccinare prima degli altri: i meno fortunati troveranno un portachiavi con l effice di Mario Draghi con la siringa in mano.!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: