AttualitàCronaca

Brusca libero? Lo dice la legge!

Inutile scandalizzarsi, finche non cambierà l' attuale norma.

La liberazione di Brusca ha lasciato un Italia e tutte  le forze politiche  arrabbiate e costernati , i quali non si e risparmiata con i commenti. In tutto questo ha ragione la sorella di Giovanni Falcone, ucciso proprio dallo stesso Brusca, nel dire che è la legge  a prevedere tale libertà, al termine del periodo di detenzione scontato regolarmente. Legge che proprio il fratello aveva voluto allo scopo di favorire la cattura di latitanti ,assassini tramite la collaborazione dei cosiddetti ” collaboratori di giustizia” e Brusca rientrava in questo , dal momento che, dopo il suo pentimento per i numerosi omicidi commessi, aveva aiutato la giustizia ad arrestare diversi personaggi mafiosi. Le legge che è comunque discutibile e opinabile è stata rispettata ed il sig. Brusca ha potuto usufruire delle concessioni ed agevolazioni previste dalla stessa legge. Nessun favoritismo e regalo particolare: solo la giusta interpretazione di quella che tutt’oggi è la legge dello stato. Ma, occorre dire che come tutte le leggi, anche questa potrebbe essere da rivedere, pertanto, oggetto di revisione, in quanto le leggi si posso cambiare. Quindi mi vien spontaneo pormi la domanda sul perché le forze politiche, tutte unanime nel dimostrate disgusto da tale liberazione, non sia venuto in mente a nessuno presentare un nuovo disegno di legge per poter cambiare o modificare l’attuale. E mi spiace dar ragione a quel signore che definì la nostra meravigliosa Italia il paese degli impunti, dove i delinquenti più delle volte la fanno franca o ricevono pene irrisorie confronto alla gravità del reato. Speriamo che qualche partito politico si farà promotore per mutare questa legge e crearla giusto per ogni reato . Il nostro più grande rammarico è che Giovanni Falcone creò questa  legge in un momento particolare dell’Italia, per liberarla dalla criminalità.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: