Attualità

Ma si! Andiamo a vincere questo Europeo per dimenticarci dei grandi problemi in cui ci stiamo dibattendo.

Tutti o quasi , non aspettano altro che la nostra nazionale di calcio vinca il campionato Europeo per riversarsi in piazza con bandiere e striscioni per inneggiare a tanto attesa vittoria. Operai, pensionati, ristoratori, partite iva, per qualche ora dimenticheranno di vivere in un ‘Italia ove la disoccupazione e la miseria stanno lievitando in modo incredibile ed ove il futuro dei lavoratori si  presenta come un vero inferno . Ognuno dimenticherà i suoi guai ,cosa mettere nel piatto da mangiare per i propri figli o se domani potrà ancora andare a lavorare ma indosserà la maglia azzurra con il nostro tricolore in mano ,la foto del sig. Mancini , che a questo punto potrebbe esser nominato capo del governo al posto del sig. Draghi. Ma nel veder ciò provo una sensazione d’ impotenza ,migliaia di persone che nutrono questa grande passione  per questa nazionale che riescono a mettere in secondo piano i moltissimi problemi che sta attraversando la nostra nazione: problemi dai quali ben difficilmente ne verremo fuori anche se dovessimo vincere il campionato. Carletto Max diceva nei suoi libri che la religione è l’ oppio dei popoli: oggi scriverebbe che il calcio è l’ oppio degli italiani,  un oppio che fa dimenticare tutti i mali regalandoci momenti di pace e serenità, che ahime durano sempre molto poco. Sarebbe ben più utile recarsi in piazza non per la vittoria di una nazionale ma per gridare contro ad un governo che non è in grado di darci certezze e di garantirci un lavoro degno di questo nome.! Ma che vinca pure l’ Italia del  calcio, ma a vincere dovrebbe essere di più il buon senso e la voglia di cambiare e migliorare un paese che mette al primo posto il calcio e non le gravità di un paese che è stato messo in ginocchio da una pandemia

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: