AttualitàPolitica

Solitudine: quando non si tratta di una scelta

 

Importante non subirla, ma accettarla: anche quando si cerca compagnia, in alcuni momenti, sembra essere un dovere stare da soli. In quest’altra ondata di restrizioni, noi dobbiamo offrire il meglio di noi stessi e leggerci dentro, non consentendo ad alcune leggi, che fanno discutere, di farci capitolare di nuovo.

La rabbia è un sentimento comune, anche se molti, pubblici e privati, dovrebbero farsi un esame di coscienza.

Molti di questi cambiamenti sono dovuti a fattori terzi, che ci accadono in quell’intricato cammino, chiamato “vita”: dobbiamo essere pronti a scavalcare ogni ostacolo. Spesso, il dolore che gli altri ci infliggono è quotidiano: selezionare chi è degno di farci compagnia è il primo passo in uno scenario di elevata criticità e di, senza false metafore, paura.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: