Il punto di Virginia

Il punto di Virginia

Oltre il tempo

In questa nostra epoca culturale e soprattutto dopo la pandemia c’è una ricerca molto importante dell’apparire estetico e dell’essere in forma, secondo i canoni imposti dal tempo che si vive. Questo vale ancora di più quando affrontiamo la svolta dei famosi “anta” con tutta una serie di cambiamenti fisiologici e ineluttabili per entrambi i sessi, ma la società ci richiede di essere eterni, giovani e flessibili.

La medicina estetica è quella branca della medicina che ci permette di migliorare con trattamenti poco invasivi il nostro aspetto estetico perché l’obiettivo non è essere giovani a tutti i costi, ma portare bene la propria età secondo i parametri oggi richiesti.

Voglio riportare però il discorso sui “boomers” cioè la generazione che oggi va dai

50 anni in su, che si è trovata a dover rispondere in questa fase storica con l’energia e la bellezza dei 20 anni passati. Con l’arrivo della menopausa per le donne, ad esempio,  ci sono dei grandi cambiamenti ormonali che influiscono non solo sul corpo fisico ma anche sul metabolismo, sugli sbalzi d’umore, sulla muscolatura e così via.

Come ho scritto altre volte, oggi più che mai rincorriamo non solo la bellezza ma soprattutto la giovinezza. In questo panorama delineato la medicina oggi, in particolare quella estetica, è in continuo sviluppo tra cellule staminali, lipogenetica, terapia antiage e terapie ormonali, che vanno a stimolare l’auto rigenerazione di pelle e tessuti, mettendo un grande tassello nella costruzione di un futuro ormai prossimo.

La medicina rigenerativa si dedica all’auto rigenerazione di cellule, pelle e tessuti con l’utilizzo di cellule provenienti dallo stesso paziente oppure con micro iniezioni speciali ricavate dal DNA naturale e con un costante aggiornamento di terapie antiage integrative.

Il Dott. Gaetano Cipriani, medico chirurgo e docente di Medicina e Terapia Estetica presso l’Università di Camerino, vanta una lunghissima esperienza nel campo della ricerca sulla medicina rigenerativa, fatta di oltre quarant’anni di attività clinica sul campo, grazie alla quale è divenuto un membro noto e rispettato in tutta la comunità scientifica italiana. Ha pubblicato numerosi articoli su riviste specialistiche e partecipato a svariati convegni, anche come relatore.

 

Dott. Gaetano Cipriani: perché si parla di medicina rigenerativa applicata alla medicina estetica?

“La medicina fisiologica rigenerativa e antiaging nasce nel 2001 presso l’Università di Barcellona a opera del Prof. Maurizio Ceccarelli e del Prof. Victor Garcia. La rigenerazione di un tessuto permette la formazione di tessuto funzionale. La medicina anti invecchiamento studia quelle che sono le cause dell’invecchiamento. Con la parola invecchiamento definiamo il progressivo deterioramento della funzione delle attività delle cellule con perdita della loro funzione, inabilità, fino alla morte delle cellule stesse che non si rinnovano piu’. La medicina rigenerativa antiaging si occupa di prevenire i danni dovuti all’invecchiamento, non solo a livello estetico ma anche a livello dei tessuti e degli organi interni, migliorando così la qualità della vita che sia più in salute e positiva possibile.”

 

Quali sono le cause principali dell’invecchiamento Dott. Cipriani da un punto di vista estetico?

Le cause dell’invecchiamento sono tantissime. Esse possono essere riconducibili dal punto di vista ezio-patogenetico  alla glicossidazione, infiammazione, alterazione circolatoria e infine alla liberazione dei radicali liberi che si aggiungono a quelli prodotti normalmente dal corpo. I radicali liberi si formano in diversi modi come ad esempio per effetto dell’esposizione ai raggi solari oppure per inquinamento ambientale, per il fumo delle sigarette e così via.

Tutte queste cause di infiammazione portano, ripeto, alla liberazione di radicali  liberi che si vanno ad aggiungere a quelli che normalmente si formano nell’organismo e che esulano dalla loro funzione finale.

E’ un evento fisiologico e si verifica normalmente nelle reazioni biochimiche cellulari nostre.

I radicali liberi però  se usati in concentrazioni estremamente basse, tra lo 0,1-0,5 millimoli (che e’ la misura internazionale dei valori di glucosio nel sangue), possono rappresentare un’ importante arma per la differenziazione delle cellule staminali che ci serviranno per applicare la medicina rigenerativa dei tessuti.

Tutti i tessuti presentano delle cellule staminali quiescenti e al momento del bisogno si trasformano nelle cellule di quel determinato tessuto.

Queste cellule una volta che si sono differenziate e attivate e si sono trasformate proprio in quelle cellule di quel tessuto,

se siamo ad esempio nell’epidermide, formeranno dei nuovi fibroblasti cioè cellule tipiche del tessuto connettivo che lo rinforzano, oppure – ci dice il Dott. Cipriani – produrranno adipociti se trattiamo il sottocutaneo e così di seguito per dare consistenza e supporto allo svuotamento dell’età e così per l’attivazione di altri distretti aiutando la rigenerazione del tutto con nuove cellule. Quindi nella medicina rigenerativa  la cosa più importante è quella di determinare la differenziazione delle cellule staminali. Noi questa differenziazione la possiamo ottenere grazie a uno stimolo dato da piccolissime dosi di ROS (forme reattive dell’ossigeno). Una volta ottenuto questo possiamo attivare i giovani fibroblasti che si sono formati o  le giovani cellule che si sono create attraverso la somministrazione di fattori di crescita che sono rilasciati normalmente dalle piastrine.”

 

Sentiamo parlare di terapie antiage, di integrazione, di skin cocktail per rincorrere una nuova giovinezza. 

Cosa ci può consigliare?

E’ importante un buon stile di vita, attività fisica, uso di sieri e creme specifiche comprese nella cosmesi nutraceutica, una integrazione programmata e personalizzata sulle proprie caratteristiche in base a degli esami specifici e a tutto questo l’applicazione dei fattori di crescita che mirino a ricostituire in modo rigenerativo e costante ciò che si è nel tempo deteriorato.”

 

Virginia Sanchesi

Scrivetemi a tuchiediloame@gmail.com o contattaci in redazione al numero 348 544 0956 e saremo felici di aprire un contatto diretto o una chat tra me e voi!!!

Lascia un commento