Cultura e Musica

9 gennaio 1928: nasce “Mister Volare”

Domenico Modugno nasce il 9 gennaio 1928 a Polignano a Mare (Bari), paesino  a picco sul mare. Dal padre Cosimo  il piccolo Mimmo impara fin da bambino a suonare la chitarra e la fisarmonica, ereditando una grande passione per la musica. . Cantante, attore, compositore, chitarrista, ha scritto e inciso 230 canzoni, interpretato 38 film per il cinema, 7 per la televisione  e recitato in 13 spettacoli teatrali. Nel 1958 la sua fama esplode quando vince il Festival di Sanremo con la canzone “Nel blu dipinto di blu”, scritta con Franco Migliacci e universalmente nota come “Volare”, unico brano nella storia della musica italiana a scalare la vetta della hit parade americana e a rimanerci per ben tredici settimane. Nel 1962 vince ancora a Sanremo con la canzone “Addio…, Addio…”. Tra i film di Modugno vanno ricordati “Europa di notte” (1959, di Alessandro Blasetti), “Nel blu dipinto di blu” (1959, di Piero Tellini), “Lo scopone scientifico” (1972, di Luigi Comencini) e “Il giudizio universale” (1961, di Vittorio De Sica).

Nel 1984 marzo viene colpito da un ictus durante le prove della trasmissione tv di Canale 5 “La luna del pozzo”: la semi-paralisi conseguente lo costringe a lasciare l’attività artistica. Nel 1986 inizia dedicarsi alla vita politica iscrivendosi al Partito Radicale, per cui viene eletto deputato l’anno successivo. Intraprende una vera e propria battaglia civile per l’ospedale psichiatrico di Agrigento, nel quale i malati vivono in condizioni disumane, riuscendo nel 1988 a far chiudere il nosocomio e dedicando ai ricoverati un concerto, il primo dopo la malattia. Nel 1990 è eletto consigliere comunale ad Agrigento. Domenico Modugno si spegne il 6 agosto 1994 a Lampedusa a soli 66 anni.

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: