Salute&Benessere

Bipolarismo al tempo del Covid19

 

Spesso, “bipolare” è utilizzato in abuso: il concetto legato alla sfera psichica lo sentiamo ovunque. Essere bipolare significa convivere con due personalità, una il contrario dell’altra e coloro che osservano i comportamenti, se non consapevoli del disturbo di un soggetto, potrebbero porsi molte domande sul motivo di alcuni atteggiamenti, offendendosi e soffrendone.

Gli individui presentano diverse forme di bipolarismo e, senza l’aiuto di esperti, essi compromettono le relazioni con l’Altro.

Se non in forma grave, il bipolarismo conosce anche un momento in cui l’umore è a livelli regolari.

La fase depressiva porta l’individuo a non provare alcuna soddisfazione per qualsiasi sua azione compiuta, o da compiere, e ne consegue che anche la salute fisica ne subisca i danni.

Queste persone non vanno lasciate sole, poiché alcune possono addirittura tentare il suicidio.

L’altra faccia della medaglia è l’individuo che dimostra una precisione che arriva a essere maniacale, un’elevata autostima e la convinzione di essere in perfetta sintonia con chi lo circonda. Egli è coinvolto nelle sue attività e nei suoi pensieri, da non sentire nemmeno le esigenze fisiche, con gli impulsi che invia il corpo. Inoltre, l’individuo può dimostrare una fase disforica: rabbia incompresa, espressa utilizzando frasi o gesti aggressivi, senza pensare alle conseguenze. Egli è pienamente coinvolto dal suo inconscio e non distingue più la realtà effettiva da quella amplificata.

Essa non va confusa con il disturbo borderline che, al contrario, esiste sin dalla nascita, e di cui non si può guarire.

Le notizie che hanno come oggetto il Covid19 non fanno quasi mai riferimento alla gestione psicologica di questa pandemia e sembra che gli esperti del settore non abbiano voce in capitolo invece e ben comprensivo come i cambiamenti che abbiamo subito Siri per quattro anche nella nostra quotidianità la depressione e l’ansia sono le due patologie più comuni ma in soggetti già caratterialmente fragili la salute psichica può danneggiarsi seriamente e un medico non può limitarsi a spiegare loro il perché di tante regole imposte le regole ho corretto che vi siano ma devono essere accompagnati da una coerente giustificazione e soprattutto con un alternativa che offre sollievo inoltre l’ umore legati alla stagione fredda, soprattutto nel Nord Italia, porta i livelli di adrenalina alti, poiché il fisico non ha modo di sfogarsi, ad esempio, praticando sport in modo sciolto, all’aperto.

Nervosismo e senso di gonfiore rappresentano i compagni di questa eccessiva fase di distanziamento sociale. In pratica, tutto quello che nuoce alla salute lo stiamo attuando o, meglio, la circostanza ci obbliga.

A oggi, l’essere umano non ha più forza per essere resiliente e il Governo deve capirlo, ascoltando quei medici che curano l’organo più importante, insieme al cuore e ai polmoni, ovvero il cervello: se esso funziona correttamente, molte patologie, o disturbi, potrebbero non comparire.

 

 

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: