Cultura e Musica

Gli 80 anni di Neil Diamond, un maestro evergreen

 24 gennaio,compie 80 anni Neil Diamond, il cantante e l’autore di “September Morning”, “I’m a Believer”, “America”, “Sweet Caroline”,

Nato a Brooklyn il 24 gennaio del 1941, fa il suo esordio sulla scena musicale newyorkese  a vent’ anni esibendosi in coppia con Jack Parker . Iscrittosi alla New York University, la abbandona nel 1962 per dedicarsi a tempo pieno alla professione di interprete e autore di canzoni.

Nel luglio del ’66 il primo singolo “Solitary man” (tradotto anche in italiano per Gianni Morandi con il titolo di “Se perdo anche te”. Caterina Caselli nel 1967 ha portato al successo in Italia la sua canzone I’m a Believer con il titolo di Sono bugiarda. Sempre la Caselli inciderà nel 1971 la versione italiana di am I said, intitolata La casa degli angeli.

Le cose vanno ancora meglio con “Cherry cherry”, che sale fino al sesto posto della classifica americana dei 45 giri lanciando nel migliore dei modi l’album di debutto, THE FEEL OF NEIL DIAMOND. Trasferitosi a Los Angeles, sede della sua nuova casa discografica, Diamond trova il tempo di partecipare alla serie poliziesca televisiva “Mannix”.  Per il cinema ha composto la colonna sonora per il film Il gabbiano Jonathan Livingston  del 1975, colonna sonora che ha ottenuto successo e incassi assai maggiori del film medesimo. In Italia ha avuto un successo notevole anche con il dolce e melodico brano September Morn pubblicato all’interno dell’omonimo album nel dicembre 1979 . Nel 1994 ha duettato con Frank Sinatra in The House I Live In, nell’album Duets II. Il 23 gennaio 2018 ha annunciato il ritiro dal tour per il 50º anno di carriera, cancellando le date di Australia e Nuova Zelanda a causa della malattia di Parkinson.

 

 

 

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: