Buongiorno Pavia

Buongiorno Pavia

Foto di Roberta Mastretta

I quattro pilastri degli anti fragilità Chi ben comincia è a metà dell’opera. Cambiando modo di vedere le cose, pensiamo, decidiamo miglioriamo. Epiteto diceva la percezione cambia dimensione al mondo, in tutti i sensi. Fai in modo che la fragilità diventi un punto di forza, ci aiuti a trovare come difenderci, troviamo le risorse e attraverso la resilienza, trovare come difenderci, superare difficoltà. Un interessante esempio ci fornisce la Campionessa Olimpica Idem che ha partecipato a 8 Olimpiadi. Per l’ultima preoccupata, invece di dire sono vecchia, usava ho solo 47anni e ripetendolo è riuscita. Il nostro corpo ci aiuta a sostituire quanto consuma. La natura e il nostro corpo continua a sostituire, trasformare come tutta la natura e possiamo potenziarlo con le curiosità e sorprese. Adattamento precettivo, reagire da vittima, voglio arrivare, evoluzione agonistica, mi impegno voglio arrivare, intelligenza emotiva, capacità di posizionarmi rispetto a ciò che vivo, agilità emotiva, distruttore consapevole, eliminare ciò che non serve, per raggiungere obiettivo, scarica zavorre, non necessarie. Per iniziare, risvegliare in noi, le risorse nascoste, cambiare come se fosse un gioco, la mente da giudizi su ciò che accade a noi serve, il rischio più grande la paura di rischiare. Come in gioco, basta pensare e volere, partendo da cose piccole, di tutti i giorni.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: