Attualità

La presenza della Marina Militare nel Golfo di Guinea decisiva contro la pirateria

L’operazione Gabinia della Marina Militare nel Golfo di Guinea è volta a garantire la vigilanza e la protezione degli interessi nazionali, nonché a sviluppare attività di cooperazione con le Marine partner e alleate presenti.

La nostra Marina Militare continua a svolgere con successo la missione nel Golfo di Guinea”, dichiara il Sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli, “e nell’ambito dell’operazione Gabinia, lo scorso 21 aprile l’elicottero di nave Rizzo ha impedito un attacco di pirateria al largo delle coste nigeriane, mettendo in fuga un’imbarcazione veloce con 9 sospetti pirati e attrezzature idonee all’abbordaggio”.

Anche nel corso di questa delicata attività, così come in quella condotta lo scorso 30 marzo, in concorso con le forze navali francesi, che aveva portato al sequestro di 6 tonnellate di cocaina”, prosegue Stefania Pucciarelli, “e il personale di Nave Rizzo ha dimostrato di saper svolgere con competenza e professionalità le delicate attività di deterrenza contro la pirateria e di vigilanza marittima”.

La nostra Marina Militare continuerà la sua missione nel Golfo di Guinea, un’area a rischio per gli attacchi di pirateria ai danni delle imbarcazioni e degli equipaggi in transito, ma allo stesso tempo di estrema rilevanza per il nostro Paese, per la sua stretta connessione con il Mediterraneo ed i forti interessi nazionali correlati”, conclude il Sottosegretario alla Difesa.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: