Buongiorno Pavia

Buongiorno Pavia

Foto di Roberta Mastretta

Le mani si muovono di continuo e spesso gesticolando aiutiamo il linguaggio parlato. Diamo una mano alle mani. Per comandare le mani, sono impegnate 1/5 delle cellule nervose che utilizziamo per tutto il resto del corpo. Il pollice poi è il dito più importante, lavora di più  si consuma invecchia prima delle altre dita, per artrosi precoce. Pollice dal latino pollere (potente), ha due sole falangi è indispensabile nella presa, opponendosi alle altre dita: I Romani per punire il nemico o gli schiavi usavano inciderne con lo stiletto il nervo, privandolo della opposizione, la sua più importante funzione, mantenendolo valido per remare. Anche le altre dita hanno il loro perché di essere: indice per prese delicate, mignolo stabilizza, concorre alle prese di forza, anulare, il più bizzoso e non per caso porta l’anello. Guai perdita di sensibilità, formicolio, specie di notte per ristagno di sangue e liquidi, comprime il nervo ulnare. Gli interventi riparatori sono delicati, perché ha tante funzioni.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: