Attualità

  Positivo che fare, che significa contatto stretto

La casa è il luogo dove ci si infetta di più. Per i positivi è brutto, devono stare nella loro camera, gli si porta cibo o altra cosa necessaria, lasciandoli alla porta, serve portare mascherina anche in casa e familiari devono stare in quarantena (14gg). Di solito sono gli asintomatici (quelli senza sintomi) che trasmettono il virus (portatori sani, basta stare insieme 15′), di solito sono i giovani In casa. i punti più pericolosi sono il bagno e la doccia (il virus si trasmette specie con le feci) L’ideale sarebbe avere un bagno dedicato o fare attenzione e pulizia igienizzando. Sintomi: febbre, tosse, perdita olfatto e gusto. Per i piccoli anche vomito e diarrea. In questa situazione prima cosa ovviamente mascherina e distanze Importante dare al malato, tutte le certezze possibili, non far vedere paura, ansia. La paura è l’impressione di essere tenuto all’oscuro, di non capire, non sapere le cose, che non gli venga detta la verità. Gli anziani poi hanno doppia fragilità, solo essere in isolamento, provoca ripercussioni negative sul cervello, aver paura ad incontrare qualcuno è brutto, restare soli è solitudine, peggio. specie dopo i 75anni.  Per rinforzare il benessere (tutti) curare aspetto, umore e memoria, fare ginnastica seguendo programmi on line ad hoc o fare il giro della casa più volte, alzarsi e sedersi (5volte) 4/5 volte al dì. Utile anche fare 4/5 telefonate al giorno per mantenere relazioni, leggere, meglio ad alta voce, un paio pagine e ripeterne mentalmente quanto letto.  Da lunedì 26 Ripartono, aperture per le Regioni Giallo e Arancione, ma non liberi tutti, un rischio ragionato, prudente ottimismo, per una situazione in miglioramento. Nel periodo in osservazione si sono 16.000 nuovi positivi e 429 decessi, ma sovraccarichi gli ospedali, mentre l’EMI valuta il vaccino Johnson e a proposito è bene dire che i vaccini sono stati approntati e approvati in stato di emergenza e urgenza, vengono pertanto seguiti con attenzione e cautela. Nelle vaccinazioni in Italia, si è raggiunto un buon 75% negli over 80enni, cresce per i 70/80enni, mentre iniziano le prenotazioni per le classi restanti.                      Riprenderanno ristoranti, con pranzo e cena, per spazi all’esterno, Scuole e Musei, sempre che si siano contenuti i contagi. La Meloni, critica per miopia; sempre che si siano contenuti i contagi, il Governo, che metterà in crisi i Comuni per richieste di spazi all’aperto. In difficoltà invece le Scuole a causa di carenze non risolte nei trasporti, e gli autotrasportatori perché i provvedimenti non rispondono alle esigenze, richieste delle categorie interessate. Le scelte sono difficili, accontentare tutti non facile, dire sempre di sì, significa arrivare ad errare In definitiva il Paese spera nell’aiuto, nell’arrivo del caldo, per la discesa dei parametri. Per gli spostamenti delle persone, si studia un passaporto verde europeo a partire da lugli, ed uno Italiano per gli spostamenti tra le Regioni, a partire da giugno, con pass o attestazione di effettuata vaccinazione negativa. Dall’Economia Draghi si aspetta una netta ripresa, in considerazione del sostegno programmato espansivo.       Situazione Zaki in standby, soluzione non facile, per un problema morale/religioso più che Italiano. I funerali di Filippo, come richiesto espressamente da lui, si svolgeranno in forma privata e qualche battuta invece di Regno Unito si potrebbe dire Disunito (Irlanda e Scozia) pari ai sentimenti di Hong Kong già colonia Britannica, ora nei confronti della Cina.     Clima gelato tra. USA e Russia, tesi anche la situazione in Israele e Iran, Ucraina e Afganistan. Le Grandi Potenze sono impegnate a trovare soluzioni non semplici.

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: