Attualità

Portaerei Cavour, condotte con successo attività fondamentali del percorso di qualificazione per poter operare con gli F-35B

E’rientrata, presso la stazione navale Mar Grande di Taranto, la Portaerei Cavour dopo aver terminato negli Stati Uniti la Campagna Ready for Operations (RFO) con le “prove in mare” (sea trials) per l’impiego operativo dell’F-35B; era presente il Sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli accompagnata dal Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio Cavo Dragone e dal Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio Treu.

Ho voluto essere personalmente presente al rientro della Portaerei “Cavour” per testimoniare la vicinanza e la riconoscenza del Governo e della Difesa a tutto il personale della nostra Marina Militare”, dichiara il Sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli, “e lo scorso 29 gennaio la Cavour ha lasciato il porto di Taranto per dare avvio alla campagna statunitense “Ready For Operations”, una missione che ha visto condurre con successo le attività fondamentali del percorso di qualificazione per poter operare con gli F-35B; rivolgo i miei complimenti al Comandante Ciappina e a tutto l’equipaggio della Portaerei Cavour”.

Il raggiungimento della Ready for Operations per la Portaerei Cavour ha non solo un significato principalmente di natura tecnico-operativa ma anche dei risvolti di carattere strategico per la Marina, nonché per la Difesa e per il Paese intero; questa Portaerei”, prosegue Stefania Pucciarelli, “rappresenta la massima espressione del Potere Aeronavale e della naval diplomacy di una Nazione. La capacità portaerei è indicativa del rango internazionale del Paese e delle sue Forze Armate; è il pilastro delle capacità di proiezione di potenza sul mare e dal mare e rappresenta la massima espressione del potere marittimo di una Nazione, nella sua più ampia accezione. L’Italia entra, quindi, a far parte di una élite di pochi Paesi al mondo in grado di esprimere una capacità portaerei con velivoli da combattimento di quinta generazione diventando, di fatto, l’unico Paese dell’Unione Europea a vantare questa capacità”.

A tutto l’equipaggio, che con intima convinzione e rara dedizione contribuisce al raggiungimento dei fini istituzionali e al bene del Paese, rinnovo la sincera gratitudine di tutti gli italiani”, conclude il Sottosegretario alla Difesa.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: