Attualità

UNO SPAZIO NON SOLO PER LE BICICLETTE

Vi ricordate che avevamo lasciato in sospeso la questione “Spaziomusica”?

Com’è possibile dover chiudere un locale per giovani e meno giovani, che ha simboleggiato le serate pavesi negli ultimi 35 anni?

Eppure, il Covid ha portato via anche questo angolo, nascosto tra le antica mura, con un’atmosfera singolare, in cui si respirava l’armonia delle generazioni, nate dagli anni Ottanta e in quelli precedenti.

Coloro che prediligevano un genere musicale dance avevano la scelta tra due discoteche, in città: il Celebrità, e qui parte il ritornello alla Max Pezzali, e il Docking.

Spaziomusica, invece, ospitava tutti gli altri generi.

Ho avuto modo di partecipare a qualche serata a tema, tra il 2018 e il 2019, come il tributo ai Queen momento che non dimenticherò: la band ricordava quella britannica, sia nello stile, nei gesti e soprattutto, nella voce. Rivedere un verosimile Freddie Mercury, carico dell’energia che contraddistingueva quello vero, fino a quasi le ultime apparizioni sui mass media, non può che creare uno scenario, in cui si vorrebbe fermare il tempo.

Tornando all’ attualità, Spaziomusica non ha un altro locale al coperto, che lo posso ospitare, ma non demorde. Nel frattempo, complice la bella stagione e un luogo in mezzo alla natura con i requisiti adatti nel rispetto delle norme anticovid, è possibile raggiungere lo stesso format, nel paese di Borgarello, situato dopo Pavia, presso lo Stand Bike Café, conosciuta sosta di ciclisti e pedoni che calcano quelle direzioni.

Domenica 9 maggio, viene inaugurata una serie di eventi, a cui collabora lo staff di Spaziomusica. Un’ altra differenza è stata il cambiamento di orario: la compagnia musicale la consumazione iniziano dalle 10:30, proseguendo fino al pomeriggio, con ingresso a offerta e senza prenotazione.

Si inizia “a bassa voce”; in un’altra cornice, con obblighi cui prestare attenzione, ma, dopo tutto questo isolamento, l’importante è iniziare, per ritrovare il valore della compagnia e raccogliere fondi economici, affinché il locale pavese ritrovi un proprio habitat.

La città è stata molto segnata da un declino a causa delle chiusure prolungate di esercizi commerciali e non solo. Ora, a primavera inoltrata, ha voglia di riattivarsi per i suoi cittadini e turisti.

Inoltre, con una rapida occhiata, è possibile fidarsi delle numerose recensioni, circa la qualità dei prodotti, che, da sempre, offre lo Stand Bike, quindi si cambia location, ma la musica il servizio no.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: