Attualità

Un itinerario da sfogliare, ma anche da visitare, suddividendolo secondo le proprie esigenze, in una o più giornate.

Il libro, appena pubblicato e presentato dalla sua autrice, Marcella Milani, durante il passaggio del Giro d’Italia, a Stradella, narra un viaggio fotografico, che sembra narrare un paesaggio d’altri tempi, Dopotutto, l’Oltrepò pavese conserva ancora molti aspetti storici, nonché bellezze naturali. Fortunago è stato eletto tra i borghi più belli d’Italia ed i dubbi non ve ne sono, ma la suspense di curiosare, tra un paese e l’altro, quelle frazioni, conosciute solo gli abitanti della zone limitrofe, può incuriosire chiunque, soprattutto coloro che hanno vissuto uno stretto confinamento e necessitano di svagarsi all’aria aperta, lontani dal caos che, come comprensibile, già ingombra molte zone centrali delle città. come sarebbe anche comprensibile spesso sono proprio questi angoli meno noti a nascondere e sorprendere coloro che amano osservare.

Quest’anno, il settore turistico si ripresenta, in un primo momento, con la sua filosofia dello Slow Mood, entrando nell’atmosfera e godendoci tutti quegli attimi, che, come appena accennato, il confinamento ci ha rubato.

Innamorarsi degli scatti che Marcella, con la passione e pazienza, cattura al momento giusto è quasi naturale. La professionista pavese ha impiegato gli ultimi mesi, nonostante le temperature rigide dell’inverno, in Alta Valle Staffora, a dedicare le proprie competenze per la creazione di un libro, che è come una guida turistica cartacea, ma affascina molto di più.

Alcune sue esposizioni sono in attesa di essere inaugurate al Broletto, ovvero l’ex-municipio di Pavia, ma la produzione editoriale è proseguita. Inoltre, è possibile seguire le avventure professionali di Marcella e del suo staff nelle stories su Instagram. Se, da una parte, la natura è stata generosa, lo scatto riesce in maniera ottimale in funzione all’elevata tecnica che conserva l’artista che pratica, sin da ragazza. Non è sempre immediato cogliere l’attimo, ma, in quegli scatti, è difficile trovare un imperfezione lei.

Il libro è in vendita sia nelle edicole sia nelle librerie di tutta la provincia e merita di essere promosso, poiché, già a partire dalla copertina, profuma di libertà.

L’ Oltrepò pavese la ringrazia e ringrazia i tanto attesi turisti. Nel frattempo, si organizza anche con eventi, dopo molta attesa, all’aperto. Eventi, come sagre e sfilate, che lo caratterizzano da sempre e, ora, possono offrire anche molto di più, poiché l’energia per ripartire è molta.

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: