Attualità

Come possiamo risolvere il problema dei rifiuti in plastica?

  Una cauzione sui contenitori entro 2021           

Parafrasando una delle più belle canzoni di Lucio Dalla sul Mare “Mare dal quale tutti discendiamo”, ci porta all’isola dei rifiuti, di plastica, grande 3 volte la Francia,1,5milioni di Kmq, in mezzo all’Oceano Pacifico, meglio microplastica (pezzi piccolissimi) e per questo più dannosi perché vengono ingeriti dai pesci: Una cosa preoccupante, a cui spesso non si dà peso, risulta che ogni persona, bevendo acqua, ingerisca 1769 particelle di plastica, pari a 5grammi alla settimana (il peso di una carta di credito).   La plastica e rifiuti in generale vengono portati al mare soprattutto da 10 fiumi: 8 in Asia, 2 in Africa. Per il Mediterraneo, la situazione è difficile, con tendenza a peggiorare: ai primi posti Egitto e Turchia. Interessante l’esperienza dei pescatori spagnoli che dal 2014, che, i rifiuti di plastica che restano nelle reti vengono consegnati per il riciclo. Per salvare il Mare Nostrum invece sarebbe utile dappertutto.  In Italia una esperienza del genere viene effettuata a Civitavecchia. Ma senza rimborsi del tempo utilizzato a raccogliere, selezionare, consegnare è difficile.  A tal proposito, finalmente, per evitare tanti rifiuti, si sta studiando una forma di cauzione sui contenitori entro 2021.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: