AttualitàCultura e MusicaEconomia

Foliage: quando un paesaggio diventa “instagrammabile”

Non è di certo un vocabolo contenuto nel dizionario originale dell’Accademia della Crusca, tuttavia, come molte altre espressioni inglesi, Instagrammabile e assunto dalle fasce giovanili come un verbo che deriva dalla celebre piattaforma basata sulla pubblicazione di contenuti grafici: Instagram.

Essa viene prodotta nel 2010, ma conosce l’apice della propria fama circa tre anni fa, quando è possibile creare stories, ovvero immagini statiche o in movimento, con l’aggiunta della propria voce e di adesivi per abbellirle e che, a differenza dei contenuti postati in modo fisso, hanno una durata di 24 ore. Il feedback che possono riscuotere è comunque elevato, anzi è maggiore: rispetto al caso tradizionale, anche se non vi è una risposta, l’utente che ha pubblicato può visualizzare l’utente che “lo ha seguito”.

Questa attività può essere fonte di guadagno e non banale: si può già parlare di concorrenza, poiché numerose sono le ragazze che si lanciano sul mercato, proponendo beni e servizi di differente categoria, nel tentativo di diventare influencer, quindi persone di cui fidarsi e seguirne le orme.

Foliage è un tipico hashtag, ovvero l’utilizzo di una parola chiave accompagnata dal #  e, se vi si clicca, è possibile accedere alla categoria di contenuti che contengono la medesima parola e, di conseguenza, ritrovare altri appassionati a quel concetto. In autunno, foliage è quella che ricorre più spesso.  La sua origini è francese, utilizzata come nome collettivo che si traduce in un insieme di foglie, dai molti colori, cadute a causa della stagione. Coloro che amano le escursioni a piedi, oltre che nei boschi, il sito VisitPavia.com suggerisci luoghi sparsi nella provincia, in cui il fenomeno è più osservabile da vicino: i boschi sono al primo posto, ma anche alcuni paesi han il loro tappeto da offrire o, addirittura, suggestive “sculture spontanee”, proprio perché derivanti dalla mano di Madre Natura.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: