Cronaca

Lombardia: in zona gialla da lunedì 1 febbraio

La Lombardia entra in zona gialla: via libera degli spostamenti all’interno della regione e verso altre regioni con lo stesso colore.

La Lombardia è zona gialla da lunedì 1 febbraio: la decisione ufficiale  è stata comunicata nel pomeriggio di oggi dall’Iss (istituto superiore di sanità), che ha reso noto il monitoraggio settimanale.
A dare l’annuncio nel pomeriggio è stato il governatore Attilio Fontana: “Mi ha appena chiamato il ministro della Salute, Roberto Speranza. La Lombardia passa in zona gialla. È stata una settimana certamente difficile – aggiunge  il governatore – abbiamo lottato perché, come attestano i dati, i lombardi meritano questa riduzione delle restrizioni. A tutti chiedo di continuare comunque a mantenere sempre alta l’attenzione continuando ad adottare comportamenti virtuosi”.

Insieme al via libera agli spostamenti la riapertura delle attività commerciali, in particolare di bar e di ristoranti: i locali infatti potranno riaprire al pubblico tutti i giorni fino alle 18. Basta servizio d’asporto esclusivo: sarà possibile fare colazione, brunch e pranzo seduti al tavolo, così come sarà possibile consumare cibo e bevande nel pomeriggio fino alle 18.  Riaprono musei e mostre (dal lunedì al venerdì, e solo con ingressi contingentati); i negozi sono aperti (ma i centri commerciali lo sono solo durante i giorni feriali). Ci si può anche muovere per andare a trovare amici e parenti, in ambito regionale, spostandosi verso una sola abitazione privata abitata e una sola volta al giorno, «nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi».

 

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: